"INIZIATIVA GOOD DEEDS DAY DEL 2016"

"INIZIATIVA GOOD DEEDS DAY DEL 2016" - GuardaOltre Onlus

Good Deeds Day

Il 31 marzo, l'1 e il 2 aprile con il Good Deeds Day, il mondo ritrova la sua anima solidale e civile.

Lo spirito
L'idea è semplice: diffondere la solidarietà e la pratica delle "buone azioni" in una giornata dedicata a questo, in tutto il mondo.


In Italia, e in particolare a Roma, il Good Deeds Day si traduce nella realizzazione di diverse iniziative a livello locale (quartiere, strada, scuola, parco pubblico, ecc.) promosse da associazioni, comitati, enti locali o istituzioni a cui tutti i cittadini possono partecipare, donando qualche ora del proprio tempo e della propria attenzione. Pulizia dei parchi, educazione ambientale, laboratori, tornei e cene di beneficienza; tutte iniziative promosse con un unico spirito: 'Insieme per il bene comune'.

 

Il Good Deeds Day nel mondo
Fin dal suo lancio, il Good Deeds Day è cresciuto notevolmente: dai 7.000 partecipanti, nel 2007, in Israele, al milione e mezzo di persone che nei 75 Paesi, hanno dato vita ad oltre 20.000 progetti. Diffusasi globalmente, nel 2011, con il coinvolgimento di 10 città internazionali, di cui molte negli USA, il Good Deeds Day ha iniziato a unire le persone di tutto il mondo. Nel 2012, questa giornata è sbarcata in Europa con la collaborazione con MTV Global per una campagna di sei settimane sulle sue piattaforme Tv e online, offrendo il messaggio a 24 milioni di spettatori in tutto il mondo. Nel 2013, 16.000 volontari provenienti da 50 paesi hanno preso parte a centinaia di progetti, incluso il lancio di un progetto con ABC Network a NYC. Nel 2014, Good Deeds Day ha raddoppiato la sua copertura associandosi, per il secondo anno consecutivo, con ABC Network NYC e collaborando con le più importanti organizzazioni di volontariato come parte della campagna su vasta scala che ha coinvolto TV, radio e social media.

PER SOSTENERE I PROGETTI E LE INIZIATIVE DONACI UN PICCOLO CONTRIBUTO

COLLEGATI SUL PORTALE "RETE DEL DONO" - GRAZIE -

https://www.retedeldono.it/it/progetti/associazione-di-volontariato/insieme-possiamo-farcela

"Comunicazioni”

"Comunicazioni” - GuardaOltre Onlus

 

"PUNTO DI ASCOLTO"

==============

AIUTIAMO A COSTRUIRE SPERANZE

AIUTO ALLA PERSONA E ALLA FAMIGLIA

SOSTEGNO MORALE - DISTRIBUZIONE

VESTIARIO & PACCO ALIMENTARE

  TUTTI I VENERDI'  DALLE 17,30 - 19,00 

Viale Giuseppe Stefanini, 32  Roma

Zona Pietralata - Metro B

Fermata Pietralata

TI ASPETTIAMO - INGRESSO LIBERO

_______________

 

AMATI, CHIAMATI AD AMARE

 

La verità di noi stessi è che siamo stati creati per Amare, e abbiamo bisogno di essere amati.

 

La verità è che Dio è Amore, un amore misterioso ed esigente, ma, insieme tenerissimo e misterioso.

 

Questo amore con cui Dio ci avvolge è la chiave della nostra vita, il segreto di ogni nostro agire.

 

Noi siamo chiamati ad agire per amore, a spandere volentieri la nostra vita per il nostro prossimo, e lasciare esplodere la nostra creatività e ad esercitare la nostra intelligenza nel servizio degli altri. Amare se stessi, è amare il prossimo, Amare Dio. Questo è il vero Amore.

 

 

"Sostieni i Progetti"

"Sostieni i Progetti" - GuardaOltre Onlus

 EFFETTUA UNA DONAZIONE

 Bollettino Postale 

Conto n. 1017679976

 Intestato a:

"GuardaOltre" Onlus  

 Bonifico Postale 

Coordinate IBAN:   

 IT 16 M0760 1032 0000 1017679976

 Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

__________________________________

Ricorda che la tua offerta è totalmente detraibile o deducibile a “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett a), del D.Lgs. n. 460 del 1997”  

conserva la ricevuta, con la prossima dichiarazione dei redditi 730 o Unico, potrai beneficiare delle agevolazioni fiscali.  

  ______________

 

SEI  ENORMEMENTE  MAGNIFICA…

 

 

 

Così scrive una tredicenne nel suo diario personale. Il mio papà dice che sono enormemente magnifica.

 

Io mi chiedo se lo sono davvero.

 

Per essere enormemente magnifica…

 

Sara dice che bisogna avere bellissimi lunghi capelli ricci come i suoi. Io non li ho.

 

Per essere enormemente magnifica…

 

Gianni dice che bisogna avere i denti più bianchi e perfettamente dritti come i suoi. Io non li ho.

 

Per essere enormemente magnifica…

 

Marco dice che bisogna essere la più intelligente della classe. Io non lo sono.

 

Per essere enormemente magnifica…

 

Stefano dice che bisogna saper dire le battute più buffe della scuola. Io non lo so fare.

 

Per essere enormemente magnifica…

 

Mattia dice che bisogna indossare solo vestiti più carini e le scarpe più alla moda. Io non li indosso.

 

Per essere enormemente magnifica…

 

Samantha dice che bisogna provenire da una famiglia perfetta.

 

Non è il mio caso.

 

Ma ogni sera quand’è ora di dormire, papà mi abbraccia forte e dice: “Tu sei enormemente magnifica e io ti voglio bene” ! Papà deve sapere qualcosa che i miei amici non sanno…

 

Anche Dio in ogni istante ti abbraccia forte e dice “Tu sei enormemente magnifica e io ti voglio bene”! Dio deve sapere qualcosa di te che gli altri non sanno.

 

 

  

"Worship Songs"

"Worship Songs" - GuardaOltre Onlus

Camminare sulle mine

 

Un professore universitario narra di essere stato invitato a parlare a una base militare e di avere incontrato un soldato indimenticabile di nome Raffaele che era venuto a prenderlo all'aeroporto. Dopo essersi presentati, si diressero verso il ritiro bagagli. Mentre camminavano per la sala, Raffaele continuava a sparire; una volta per aiutare una vecchia signora a cui si era aperta la valigia; un'altra volta per aiutare a sollevare gli enormi bagagli di un vecchio signore e poi di nuovo per dare delle indicazioni a qualcuno che si era perso. Ogni volta tornava con un grande sorriso sul volto. 

"Dove hai imparato a fare queste cose ?" chiese il professore - " fare cosa ?" disse Raffaele - "dove hai imparato a vivere così ?" - "Oh" disse Raffaele "durante la guerra". Raccontò al professore che era stato in Vietnam, dove aveva l'incarico di togliere le mine nei campi minati. Lì aveva visto saltare in aria i suoi amici, uno dopo l'altro sotto i suoi occhi."ho imparato a vivere fino in fondo ogni momento, fra un passo e l'altro" - disse "non sapevo mai se quello successivo sarebbe stato l'ultimo, perciò ho imparato a sfruttare al massimo ogni singolo istante fra quando alzavo il piede e quando lo poggiavo di nuovo per terra.Ogni passo era un mondo intero, completamente nuovo, e penso di aver mantenuto questo atteggiamento da allora in poi".

L'abbondanza della nostra vita non è determinata dalla lunghezza della nostra esistenza ma dal modo in cui viviamo.

Cristo fa sì che possiamo vivere una vita abbonadante se scegliamo di viverla nel momento presente : "sono stato crocifisso con Cristo, non sono più io che vivo ma Cristo vive in me ! La vita che vivo ora nella carne, la vivo nella fede nel Figlio di Dio il quale mi ha amato e ha dato se stesso per me" (lettera di S. Paolo ai Galati cap. 2 vrs 20) 

"Live It Well"

"Live It Well" - GuardaOltre Onlus

NESSUNA LACRIMA SENZA CONSOLAZIONE

 L’esperienza del dolore accomuna ogni essere umano. Diversi sono i tipi e i livelli di dolore e molte sono le cause scatenanti: una malattia, una disgrazia, o un lutto improvviso ecc…

Si possono affrontare particolari difficoltà che ci fanno sentire in balia delle onde: la barca della nostra vita naviga in un mare di preoccupazioni in tempesta, e nessun comando sembra più rispondere alla nostra volontà, semplicemente perché il timore non funziona più. Diversi sentimenti abitano il nostro cuore: tristezza, dolore, rabbia, ribellione o disperazione. Tutte le cose normali diventano superflue. Un’infinità di domande frullano nella nostra testa: perché ? Perché è capitato questo a me ? Dio, dove eri Tu ? Non so perché la colpa l’addossiamo sempre a Dio !! Chi capisce il mio dolore ? Come ne esco fuori ? c’è speranza per il mio futuro ?

Reazioni naturali

Di fronte al dolore si può reagire in tanti modi e molto dipende dalla gravità della situazione e dalla tipologia di carattere. Ci sono persone che si chiudono in sé e cadono in depressione: altre hanno paura che le capitano le cose peggiori, non avendo più fiducia in niente e in nessuno.

Ce ne sono alcune, specialmente uomini che evitano o non riescono a parlarne e sperando di non pensare più alle cose successive, si buttano a capo fitto nel lavoro. Le donne diversamente possono diventare maniache della pulizia della casa. Non si altro che sfuggire dalla realtà cercando di annullarsi nel materialismo, colmando il vuoto interiore con il piacere derivante dal lusso, dai viaggi, dal divertimento sfrenato o ancora tramite i cibi, alcool, droga, ecc… Purtroppo ci sono anche persone che negano il proprio malessere e la realtà del dolore: sono deluse, tristi e sconvolte per una disgrazia o un lutto.

Negando la realtà si convincono di non poter elaborare quel dolore. Ma nascondersi è peggio perché prima o poi il dolore verrà a galla.

La consolazione

Solo un cuore umile può ricevere consolazione. Chi sottomette il suo dolore alla consolazione di Dio sperimenterà un meraviglioso processo riequilibrio tra sentimenti e fede. Dare consolazione e riceverne non è semplice, pensiamo che la consolazione pone al posto giusto il dolore. Il dolore non è qualcosa di sbagliato perché è normale reagire alla sofferenza che si procura.

E’ fantastico essere circondati da persone che ti stanno vicino e ci consolano, ma sappiamo che ogni consolazione umana è limitata, solo Dio è il Dio di ogni consolazione, per ogni tipo di tristezza e in ogni momento. Egli prende il nostro dolore sul serio, ci credi o non ci credi, dobbiamo soltanto permetterlo che Lui lo faccia. Nessuna lacrima resta senza consolazione. Dobbiamo aprire il nostro cuore a Lui: permettere al Consolatore, lo Spirito Santo di prendersi cura di noi, ricordandoci la fedeltà ad ogni promessa proclamata nella bibbia per la nostra vita.

Dio vede la nostra vita in disastro ed ascolta le nostre preghiere e grida d’aiuto.

 Se attraversiamo le macerie del nostro mondo infranto con la nostra mano stretta a quella di Dio, possiamo ascoltare le sue parole: “Quando dovrai attraversare le acque, io sarò con te; quando attraverserai i fiumi essi non ti sommergeranno; quando camminerai nel fuoco non ti consumerà: Iasia 43:2

Sappi che nessuna lacrima rimarrà senza consolazione, neanche la tua…!

 

 

Previsioni Meteo

Previsioni Meteo - GuardaOltre Onlus

Gedeoni Italiani

Gedeoni Italiani - GuardaOltre Onlus

Centro Kades Onlus

Centro Kades Onlus - GuardaOltre Onlus

GUARDAOLTRE ONLUS

GUARDAOLTRE ONLUS - GuardaOltre Onlus

Seguici su Facebook

Progetto Briciola

Progetto Briciola - GuardaOltre Onlus

SOSTEGNO DELLA VITA

SOSTEGNO DELLA VITA - GuardaOltre Onlus

CALCOLO IMU - TARES

CALCOLO IMU - TARES - GuardaOltre Onlus

C.E.S.V. LAZIO

C.E.S.V. LAZIO - GuardaOltre Onlus

CANALE YOUTUBE

CANALE YOUTUBE - GuardaOltre Onlus

Seguici sul canale

Casa Famiglia

Casa Famiglia - GuardaOltre Onlus

L'ARCA TEEN CHALLENGE

L'ARCA TEEN CHALLENGE - GuardaOltre Onlus

Associazione Stanza Enea Onlus

Associazione Stanza Enea Onlus - GuardaOltre Onlus